Primo anno del corso triennale di Counseling Sistemico Figurativo

Conoscere la realtà attraverso l’ottica sistemica

Le parole chiave del primo anno sono: sistema, contesto, organizzazione, comunicazione.

Il programma verte sulla conoscenza delle basi della teoria sistemica, sul concetto di sistema e delle sue proprietà, sul concetto di contesto come matrice di significati e comunicazione come comportamento.

Si apprenderanno le basi per la conduzione di un colloquio di counseling e si forniranno le premesse metodologiche per la costruzione delle domande attraverso l’introduzione alle linee guida del modello sistemico: ipotizzazione, circolarità, curiosità, neutralità, strategizing e altravisione.

Durante il primo anno, viene introdotto lo strumento delle costellazioni sistemiche. Si apprenderanno i principi generali che ne regolano il funzionamento e si prenderà dimestichezza con alcune tecniche ed esercizi che permettono di applicare le costellazioni in percorsi di counseling riferiti a differenti ambiti della vita delle persone.

Per l’area delle arti figurative, durante il primo anno si comincerà con le tecniche base del disegno, con la grafite e i carboncini, utilizzando la copia dal vero e introducendo il lavoro di forme come rappresentazione di stati d’animo ed emozioni. Si proporranno inoltre le basi di storia dell’arte utili a comprendere il processo di evoluzione fino all’arte contemporanea e le sue connessioni con la professione del counseling.

Organizzazione del corso

Il primo anno prevede un totale di 225 ore.

  • Formazione in aula: 120 ore
    7,5 week end intensivi per acquisire strumenti e metodi dell’approccio sistemico, della conduzione del colloquio di counseling, le abilità per diventare facilitatore in costellazioni sistemiche e familiari e le competenze in arti figurative, oltre ad approfondimenti monotematici e specifici su temi legati al counseling.
  • Sviluppo personale in formula residenziale: 20 ore (10 ore per il terzo anno)
    Un percorso di gruppo con uno psicoterapeuta o un counselor trainer/supervisor ad approccio sistemico, per una full immersion di lavoro su se stessi e sulla propria crescita personale. 2,5 giorni fuori dai ritmi quotidiani, di vita insieme al gruppo in un altro contesto per prendersi “cura” di sé..
  • Supervisione: 24 ore
    Fin dal primo anno, 3 giornate per contestualizzare le tematiche nell’ambito professionale e confrontarsi sull’applicazione concreta ed esperienziale degli apprendimenti acquisiti.
  • Tirocinio: 50 ore
    Il tirocinio ha l’obiettivo di consolidare “sul campo” gli apprendimenti del corso. L’obiettivo è quello di applicare, in affiancamento, gli strumenti acquisiti durante il corso, di sviluppare progetti nel proprio contesto professionale, di costruire nuove possibilità per sé e di diffondere la cultura del counseling.
  • Homeworks
    Apprendimento a distanza attraverso la lettura di almeno 3 libri tra quelli proposti e la preparazione di elaborati e stesura di recensioni. Attraverso gli homeworks si prenderà dimestichezza con i testi alla base del modello sistemico.
  • Elaborato finale
    Al termine del primo e del secondo anno si prevede la realizzazione di un elaborato relativo ai temi trattati durante l’anno e alle applicazioni teoriche o pratiche nei differenti contesti, che testimoni l’avvenuto apprendimento del percorso. L’elaborato può consistere in una tesina, in una presentazione, in un progetto o in altro output finalizzato ad approfondire i temi trattati nellanno
  • Sviluppo personale: 25 ore
    Vanno realizzate complessivamente 25 ore individuali con uno psicoterapeuta o counselor trainer/supervisor indicato dalla Scuola per portare avanti un processo di autoconoscenza e comprensione delle proprie dinamiche, fondamentale per poter sviluppare efficacemente la propria professionalità di counselor.

Programma

Il percorso e le attività del primo anno saranno articolate sulla base dei seguenti macroargomenti.

  • Storia e fondamenti del counseling
  • Conoscenza di sé e del gruppo: concetto di costruzione della realtà
  • I sistemi: proprietà e organizzazione
  • Premesse, pregiudizi e cornici
  • Il linguaggio costruttore di realtà: aspetti semantici e narrativi. Gli assiomi della comunicazione e gli stili di comunicazione
  • Dalla linearità alla circolarità
  • il genogramma, strumento di rilettura del sistema familiare
  • Apprendere i contesti: saper vedere vincoli e possibilità
  • Posizioni epistemologiche sistemiche e linee guida del colloquio: ipotizzazione, circolarità, neutralità e curiosità
  • Le altre linee guida: strategizing e altravisione
  • L’arte e il counseling: seminario artistico di approfondimento delle abilità di counselor - Il pensiero
  • Principi di costellazioni sistemiche, basi teoriche e metodologiche
  • Le costellazioni sistemiche, strumenti e metodi base
  • L’applicazione delle costellazione a differenti contesti
  • Costellazioni individuali
  • Le abilità del facilitatore di costellazioni
  • Etica e deontologia professionale
  • Presentazione degli elaborati finali e esame di fine anno
Top
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.   Leggi tuttoOk